Okami HD, la recensione: giocare con un dipinto giapponese

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1514619028
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames



Quando ho detto a mia moglie che stavo recensendo Okami HD, mi ha chiesto di cosa si trattasse. Così le ho risposto che il giocatore interpreta il Dio del Sole (della mitologia giapponese) reincarnato come un lupo bianco che combatte gli spiriti maligni con un pennello celestiale, e mi è sembrata giustamente confusa. Okami è una di quelle storie che possono probabilmente essere raccontate solo attraverso i videogiochi. Distratto dalla grafica stupenda, dall´azione veloce e dall´esplorazione affascinante, è facile che l´utente non noti quanto sia assurda la storia.


E questa non è la prima reincarnazione di Okami, poiché la versione originale è uscita (per chi non lo sapesse) nel 2006, ma con la grafica rimasterizzata e il suo stile artistico unico e senza tempo difficilmente si riesce a fare a meno di dargli una chance. Nonostante Okami abbia la stessa riverenza di altri titoli della stessa epoca, questa è la prima volta che viene rimasterizzato da quando una versione di Wii fece capolino, quasi un decennio fa. Il che rende ancora più straordinario il fatto che lo abbiano appena rifatto per la generazione attuale. Se ancora non vi avessi fatto venire voglia di giocarci, continuate a leggere!



[  [1] 2  3  4  5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5